Un week end a Lipsia in periodo natalizio

weekend_lipsia
Share

Leipzig, o Lipsia, è la gemella sfortunata di Dresda, che con la sua fama di  Firenze sull’Elba attrae molti più turisti. Questa città della Germania dell’est, in Sassonia, è un centro storico, artistico e culturale e si trova a circa 150 km da Berlino, rendendola meta perfetta per un breve week end! Passeggiando fra le vie del centro si trovano vari edifici di architettura rinascimentale tedesca, in contrapposizione ad opere moderne. Lipsia è conosciuta come la città della musica: nella gotica Chiesa di San Tommaso (Thomaskirche) fu sepolto Johann Sebastian Bach e battezzato Richard Wagner.

Lipsia a Natale

Da metà Novembre fino a poco prima di Natale (22 Nov-23 Dic) le piazze di Lipsia ospitano i tradizionali mercatini di Natale. Questo mercato, uno dei più antichi in Germania (iniziato nel 1458) è composto da più di 250 casette in legno. Fra attrazioni per i piccoli e Glühwein, troviamo anche un mercatino finlandese e un mercato medievale. I luoghi del mercato sono: Marktplatz, Augustusplatz, Naschmarkt e Thomaswiese.

Consiglierei Leipzig?

Sì. Questa città, denominata anche la nuova Berlino vale la pena di essere vista, ma secondo me due giorni possono bastare. Se abbinata a una visita a Dresda, è perfetta per un week end lungo, specialmente sotto Natale! In questo periodo, grazie ai mercatini e alle luci pittoresche, la città mostra il suo lato migliore. Per gli amanti della natura, nelle vicinanze di Lipsia ci sono anche dei bei laghi, come il Cospudener See. Come scrive Laila Bonazzi su Marie Claire:

A 25 anni è in splendida forma. Piena di energia, sicura di sé, consacrata da The New York Times e The Guardian come “the place to be”, per quel flair tutto suo, dove il realismo socialista incontra il pop (e vanno straordinariamente d’accordo). Un quarto di secolo fa si rompeva la cortina in mezzo all’Europa e i cittadini di Lipsia sono stati (orgogliosamente, dicono oggi) i primi a protestare con festival di strada e pacifiche manifestazioni. «Se non hai visto i ruderi nell’89 non puoi capire la strada che abbiamo percorso», è la frase-mantra che chiunque arrivi in questa città in transizione dell’ex Germania Est si sente dire. Oggi che artisti e designer affollano fabbriche in mattoni rossi, migliaia di studenti pedalano a tutta velocità per raggiungere qualche festa underground e le aziende del made in Deutschland aprono qui una sede, Lipsia può decisamente affermare di essere diventata adulta. E come ogni venticinquenne vede il futuro in positivo. Come ha detto la scrittrice Juli Zeh: «Cosa fa una città tedesca di medie dimensioni senza montagne incantate, senza fiumi che le scorrano al centro, senza foreste, mare, acque termali, istituzioni o sedi governative, insomma senza niente di speciale da offrire? Ovviamente inizia a sognare».

Link e info utili per organizzare un week end

Fatemi sapere cosa ne pensate 🙂

Share

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *