Trasferirsi all’estero per amore?

Trasferirsi all’estero per amore? Sarà la cosa giusta? In molti si fanno questa domanda. Chi non lo farebbe mai, chi è indeciso, chi lo farebbe a occhi chiusi…

Arrivano quei momenti nella vita nei quali bisogna decidere, in fretta e bene, e non è possibile farlo soppesando i pro e contro. Bisogna decidere di pancia. Sulle questioni di cuore non ci sono verità, mezze verità, e nemmeno motivi. 

Era agosto, un anno fa, quando rispondevamo  ad annunci per trovare un appartamento. Lo volevamo già arredato, e nessuno ci rispondeva. Cercavamo alla cieca, in una città che non conoscevamo, e che non ci attirava nemmeno tanto. Un pomeriggio poi, mentre mangiavamo un gelato all’Eis Cafè Cortina, a Colonia, è arrivata la chiamata. Avevamo un appuntamento per vedere una casa. Non ci ricordavamo nemmeno di aver risposto a quell’annuncio, e controllando avevamo addirittura risposto sbagliando il nome del proprietario. Ma vabbè, poco importa.

Continue Reading

Italiani e tedeschi…trova le differenze!

Premessa: questo post è volutamente leggero e ironico, non pretende di creare stereotipi sulle due nazionalità ma riporta solo qualche differenza tra italiani e tedeschi divertente che ho potuto vedere con i miei occhi. Non  credo assolutamente agli stereotipi, anche se in effetti…ci sono tanti tedeschi che girano con i sandali con i calzini, e tanti italiani (ma tanti!!!) che interrompono quando gli altri parlano…

Seconda premessa: volevo scrivere le dieci differenze tra italiani e tedeschi (viva l’originalità) ma me ne sono venute in mente solo nove..se vi viene in mente qualcos’altro scrivetelo nei commenti!

Italiani e tedeschi…le differenze!

1.I piumini tedeschi e le coperte italiane

Iniziamo con il capitolo convivenza. Tra le tante piccole e simpatiche differenze, la numero uno è sicuramente l’abitudine di dormire con due piumini, i piumini tedeschi! Avvolgersi come in un sacco a pelo in un piumone singolo ammetto non è male, anche se quest’usanza mi ha lasciata quanto meno perplessa. Alle mie proteste iniziali, il mio lui tedesco ha affermato solennemente di non poter dormire altrimenti, che ha bisogno di avvolgersi come un’ empanadilla per fare dolci sogni. Ancora scettica, mi sono arresa all’evidenza all’Ikea, dove addirittura vendevano solo piumini e copri piumini singoli, corredati dal cuscinone 80×80 nel quale sprofondi in un bozzo (no quello non lo uso, non esageriamo). Uno dei pro dei piumini tedeschi è la facilità di fare il letto, dato che non servono più le lenzuola..

Continue Reading