Sicilia by car-10 giorni in Sicilia

Share

Sicilia by car

L’aereo Ryanair, stipato di turisti tedeschi e di famiglie siciliane, emigrate di vecchia data in Germania, si stava preparando ad atterrare all’aeroporto palermitano Falcone e Borsellino e tutto quello che riuscivo a pensare era che stavamo letteralmente atterrando sul mare! 

Solo all’ultimo si è visto un lembo di terra, i frastagliati confini dell’isola, e qualche metro più in là  la pista d’atterraggio. Gli italiani hanno applaudito, e mi sono unita a questa tradizione che non mi capitava di sentire da un bel po’.

Dopo aver ritirato la macchina a noleggio, ci siamo avventurati alla ricerca del b&b prenotato per la prima notte. È lontano dagli spot turistici, un paesino con le famiglie sedute fuori sul marciapiede, a chiacchierare e giocare a carte, i panni stesi con lo stendino fuori casa. 

sicily_lonenyplanet

 10  giorni in Sicilia  

Staremo in Sicilia dieci giorni, e seguiremo circa l’itinerario Trappeto, Riserva dello Zingaro e dintorni, Agrigento, Valle dei Templi, Scala dei Turchi, Noto e Siracusa, Palermo. Uno degli aspetti che mi piace di più dei viaggi, è quello di non soggiornare in hotel uguali in ogni parte del mondo, ma in case reali, delle persone che ci abitano veramente. Vedere come vivono, che tipo di arredamento usano. 

Prima tappa. Sicilia Nord Ovest

Arriviamo a Trappeto, un paesino non troppo turistico, ma vicino a tanti punti di interesse, in una mattinata nuvolosa. Verso mezzogiorno, le nuvole si diradano per far spazio al sole e ad un’ afa che impedisce quasi di respirare. Siamo stati fortunati, la casa ha una bellissima vista mare. Al bar sento due anziani che parlano, uno dice:”Ma lo sai che stanno per girare un film, proprio qui a Trappeto?”. L’altro risponde, infastidito, che non gliene fregava proprio niente, anzi , che non provassero a venire da lui. Andiamo a Castellammare. Le nuvole sono basse, la cappa di umidità è micidiale. Ci sono tanti turisti, soprattutto coppie, nonostante sia settembre inoltrato. Alla sera si alza un venticello fresco, piacevole. Con le luci e i riflessi sul mare sembra tutta un’altra atmosfera.

sicilia_mare

sicilia_cactussicilia_vinosicilia_tramontoRiserva naturale orientata dello zingaro

Il giorno dopo ci avventuriamo nella Riserva naturale orientata dello Zingaro. Camminiamo tutto il pomeriggio, percorrendo sentieri di sassi e rocce in salita e discesa, a strapiombo sulla costa. C’è un paesaggio mozzafiato. Ogni tanto, un sentiero scende su una meravigliosa cala, dove ci riposiamo qualche minuto, accovacciati uno scoglio, e nuotiamo fra i pesci argentati. La sera troviamo un supermercato, facciamo un barbecue a casa. Passeggiamo sulla spiaggia deserta, troviamo un piccolo baretto, sulla spiaggia. Ci siamo solo noi, è un gruppetto di amici che bevono Moretti e mangiano dei panini. Ci sediamo, accendono la musica.

riservadellozingaro

riservadellozingaro_mareriservadellozingaro_floraAgrigento. Scala dei Turchi

La Scala dei Turchi è una scogliera di roccia bianca, a picco sul mare, lungo la costa tra Realmonte e Porto Empedocle. Quando ci siamo stati, c’era un vento fortissimo e una coppia di neo sposi che sfidavano le folate per gli scatti del loro servizio fotografico. Il bianco della roccia è davvero impressionante

sicilia_scaladeiturchi

 

scaladeiturchi_siciliascaladeiturchi_portraitscala_rocciaAgrigento.Valle dei Templi

La Valle dei Templi è una magnifica area archeologica, che corrisponde all’antica Akragas, ed è composta dai resti di dieci templi. L’abbiamo visitata nel primo pomeriggio, sotto un sole fortissimo e in un’atmosfera magica.

 

sicilia

templivalledeitempliSiracusa con la pioggia

Arriviamo a Siracusa con la pioggia. Vari acquazzoni, uno dopo l’altro. Ho sentito dire che non pioveva da marzo, ci siamo riparati sotto un portico strettissimo, alla fine un ombrello non l’abbiamo comprato, tanto avevo i sandali, sarebbe stato lo stesso. Abbiamo visto il centro storico con il cielo gonfio di nuvoloni grigi, ma poi si sono diradati e c’erano le pozzanghere che riflettevano il cielo.

siracusa_cibo

siracusa_pioggiasiracusa_centrosiracusasiracusasiracusa

Camping in un canyon

Per arrivare al turismo rurale Carrubella, abbiamo percorso sette chilometri di tornanti in salita, a strapiombo sul mare. Arrivati su, a Cavagrande, c’era il silenzio e la pace, poche case, poche strade. Abbiamo dormito due notti in una tenda arredata, con letto ed elettricità. In questo camping, a pochi metri da uno dei canyon più grandi d’Europa, ci sono solo due tende e due roulotte. Siamo stati letteralmente immersi nella natura e nel silenzio, sotto le stelle.

glamping

campingcampingsiciliaamacacampingsiciliacanyoncavagrandePalermo

Ultima tappa di questo viaggio è stata Palermo, con le sue strade trafficate, piena di vita e di rumore.

palermo mondello

 

Informazioni utili

Vi è piaciuto questo post? Se sì lasciatemi un like su Facebook o Instagram ! 🙂

grazie

Share

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *