Caraibi Orientali: Antigua e Dickenson Bay

antigua

Antigua è la più grande delle Isole Sottovento, 280 km di costiera frastagliata, 365 spiagge, una per ogni giorno dell’anno, e 85.000 abitanti, l’85% di origine africana. Antigua, dopo essere stata una colonia inglese a partire dal 1632, ha ottenuto la piena indipendenza nel 1981. Quest’isola è caratterizzata da spiagge con sabbia bianca e finissima e atmosfere da sogno, con un mare calmo, tiepido e cristallino. La lingua ufficiale è l’inglese e la valuta locale è l’Eastern Caribbean Dollar (EC$), ma si possono utilizzare anche i Dollari.

La capitale della nazione (formata dalle due isole Antigua e Barbuda) è il porto di St. John’s, sulla costa occidentale. Proprio qui siamo sbarcati con la nave da crociera e dopo una visita alla coloratissima cittadina di St. John’s, formata da vecchie casette in legno, in contrasto (purtroppo) con i modernissimi negozi duty-free nel centro commerciale di -heritage Quay, abbiamo preso un taxi in direzione di Dickenson Bay.

Continue Reading

Crociera ai Caraibi: mini guida

crociera_caraibi

 

Una crociera ai Caraibi è una vacanza perfetta sia in coppia che in famiglia, ed è un’esperienza allo stesso tempo rilassante ed avventurosa. Paradisi tropicali, lingue di terra in mezzo al mare turchese, barriere coralline, foreste pluviali e delfini rappresentano un mix unico per una vacanza che unisce relax, attività naturalistiche e turismo, per scoprire le diverse storie, culture e tradizioni delle isole caraibiche. La crociera rappresenta un mezzo per viaggiare comodo e veloce, che permette di visitare ogni giorno un’isola diversa. Può piacere o no, a seconda dei gusti e delle modalità preferite di viaggiare di ognuno, ma rappresenta secondo me una vacanza da provare almeno una volta, in particolare se non si ha molto tempo da dedicare all’organizzazione del viaggio e se si ha solo una settimana a disposizione.

Continue Reading

Un anno in Germania

germania

Fra poche settimane sarà un anno esatto che vivo in Germania e fra i tanti pensieri che mi frullano per la testa, il primo è che questo non è più un erasmus, ma un espatrio a tutti gli effetti. E questo significa che non c’è una parola fine, e che il futuro si dispiega incerto e con un vasto scenario di possibilità!.

Sono partita per la Germania, con un volo sola andata Venezia-Colonia, poche settimane dopo la laurea, con un contratto erasmus per stage in valigia e senza sapere una parola di tedesco, per raggiungere, così all’improvviso, il mio Freund tedesco, lasciando molta gente perplessa, me stessa compresa. Nei miei grandiosi piani e sogni per il futuro infatti, la terra dei crauti non aveva mai, dico mai, fatto la sua comparsa. Sono sempre stata affascinata dalla lingua inglese, spagnola, mi piace anche il francese, il portoghese, ma il tedesco non ha mai fatto capolino fra le lingue che avrei voluto imparare. E invece, vado in Spagna e li conosco proprio un tedesco, del nord per di più, che è quasi più solare di me 😉

 

Continue Reading

Cosa fare a #Valencia

cosa_fare_a_valencia

Del mio rapporto con Valencia ne ho già parlato in un precedente post, ma ora vorrei provare a dare qualche consiglio a chi vuole visitare questa meravigliosa città. Per iniziare, uno dei miei siti web preferiti è LoveValencia, tradotto anche in lingua italiana. Qui ci sono tanti consigli per attività, ristoranti e hotel. Ottimi spunti si trovano anche su Travelstales.

A Valencia c’è tanto da fare, e rappresenta una meta perfetta per chi vuole unire spiaggia e relax a visite per musei, attività culturali e passeggiate per la città.  Città adatta ai bambini e agli amanti delle attività all’aria aperta, ma anche ai giovani in cerca di movida, offre tantissime attività anche gratis o a prezzo ridotto. 

Continue Reading

Le due anime di Valencia

valencia

Ho vissuto a Valencia in totale circa un anno e mezzo, e se penso a cosa fare o cosa visitare in questa stupenda città spagnola non so nemmeno da dove cominciare. Valencia è uno di quei posti in cui sono approdata per caso e che mi hanno rapito il cuore, ci tornerei altre mille volte! Non è una città perfetta, anzi, ha molti problemi. Eppure mi è sembrata una città non così facile da decifrare. Una città con due anime, una moderna, con la Città delle Arti e della Scienza, la metro nuovissima, gli autobus e i treni che funzionano in modo impeccabile come in una città del nord Europa, e una antica, distrutta, e con un passato misterioso, con il Carmen, gli edifici in rovina, gli appartamenti ancora con la bombola per il gas.

Valencia è una città dove il sole splende quasi tutto l’anno. Dove per colazione si prende cafè con leche, tostada (pane tostato con pomodoro freschissimo) e spremuta fresca di arancia. Dove ci si sposta in bici, dove ci si può vestire leggeri, in una perenne primavera.Nella maggior parte delle case non ci sono nemmeno i termosifoni.

A Valencia si esce a passeggiare, a perdersi per le viuzze del Carmen, con i negozietti tipici, il Mercado Central, tante tradizioni a contrasto con i bellissimi murales e la street art presenti ovunque.

 

Continue Reading

Volevo vivere all’estero?

Oggi stavo riflettendo riguardo una scelta che in molti aspetti mi ha davvero cambiato la vita, quella di vivere all’estero. Non è una scelta univoca o definitiva. Non so nemmeno se sia una scelta vera e propria. Si tratta semplicemente di una circostanza che può cambiare in futuro, ma che da e toglie tantissimo.

Non ho mai creduto che una persona possa avere una sola personalità, un solo carattere, un solo scopo nella vita. Tutti abbiamo diverse personalità, diversi caratteri, diverse ambizioni, che cambiano durante l’arco delle nostre esistenze, ma non solo, anche in base al luogo in cui ci troviamo e alle situazioni che viviamo.

Uno scopo, o un sogno, possono anche cambiare velocemente, prima ancora che noi stessi ce ne rendiamo conto. E spesso non sappiamo perché.  Ma la cosa più divertente è che a volte non sappiamo perché inseguiamo un certo tipo di sogno, o abbiamo quello scopo particolare invece che un altro.

Spesso non sappiamo perché siamo noi stessi e perché ci piaccia fare qualcosa…dico spesso perché forse qualcuno super sicuro di se stesso, che non sperimenta mai un momento di debolezza o un ripensamento esiste! E buon per lui!

Ma per la maggior parte di noi la vita incalza a volte a ritmi serrati, a volte con una lentezza esasperante, alternando momenti in cui lottiamo per inseguire i nostri sogni, e altri in cui ci fermiamo a chiederci perché lo stiamo facendo.

Ci sono momenti di riflessione e di indecisione, quando pianifichiamo e ci interroghiamo sul futuro, e poi puff! Il futuro è già presente e noi possiamo aver scelto qualcosa oppure no.

 

 

Continue Reading

Strani fatti e curiosità sulla vita ad Amsterdam

amsterdam_bike

Le Biciclette ad Amsterdam

Il fatto che gli olandesi si muovano in bici SEMPRE e con OGNI SORTA DI CLIMA, non è affatto un cliché, ma pura verità. Ad Amsterdam ci sono bici (bellissime e alcune vintage) parcheggiate in ogni angolo della strada, in ogni ponte, portone, marciapiede, albero, insomma ovunque! I ciclisti, essendo in maggioranza rispetto ad automobilisti e pedoni, hanno la priorità. E così non è affatto raro assistere ad automobilisti fermi anche con il semaforo verde per lasciar passare orde di ciclisti.

Continue Reading

Week end ad #Amsterdam: la mini guida

 

Amsterdam è una delle capitali europee più visitate e ha occupato a lungo un posto d’onore nella mia lista dei desideri, ma ho sempre rimandato per la sua fama di essere abbastanza cara. Ora, abitando in Germania, a poco più di due orette e mezza dalla capitale non potevo non cogliere l’occasione di visitarla! Mi ha lasciato impressioni contrastanti: è una città più tranquilla e verde di quello che mi aspettavo. In generale, l’Olanda mi piace molto, tanto che ho deciso di tornarci altre volte, per vedere i suoi famosi campi di tulipani.

Continue Reading

Paura: in discesa libera, senza poter vedere la pista

paura

Qualche giorno fa stavo scorrendo pigramente la home di Facebook, e ho visto per caso un’immagine che mi ha angosciata molto: un’anziana signora in sedia a rotelle, probabilmente durante gli ultimi momenti della sua vita, che vede riflessa allo specchio l’immagine di una giovane se stessa e le dice: perdonami per avere avuto sempre paura e non aver goduto appieno della vita. Non so perché questa immagine mi abbia colpita particolarmente, però ho subito realizzato qualcosa che in fondo ho sempre saputo: mi sono rovinata tantissimi bei momenti per colpa della paura, e quello che è peggio, ho perso molte opportunità. È vero, avrei potuto perderne di più, e in generale ho sto realizzando molti piani e progetti che avevo in mente. Ma nonostante questo, ho sempre invidiato le persone che si lanciano nelle esperienze senza alcuna paura, senza mille riflessioni e ripensamenti. Purtroppo io non sono una di loro. E se ero così, non lo sono più.

Vivere la vita senza paura, anche quando si è in discesa libera, senza poter vedere la pista…

Continue Reading

Erasmus e cambiamenti a tempo determinato

Quando si parte per l’erasmus, o per unesperienza allestero, si esce dalla propria cerchia di conoscenze per venire a contatto con persone provenienti da tutto il mondo. Cè chi anche allestero preferisce fare amicizia con connazionali, e chi invece afferma di voler conoscere solo persone del luogo per imparare la lingua.

Quello che capita più spesso, invece, è di conoscere un mix di persone di passaggio, erasmus, studenti, lavoratori stagionali, viaggiatori. Conoscere persone di passaggio, invece che locali, ha un che di rassicurante, perché rafforza l’idea che l’ esperienza che si sta vivendo sia temporanea.

L’erasmus, o un’esperienza all’estero, è un cambiamento a tempo determinato, un cambiamento che si prende a cuor leggero e con entusiasmo perché si sa già che dopo sei mesi, o un anno, si farà ritorno a casa.

Continue Reading