Giugno-Juni-Junio-June

Share

 

Quando ho aperto questo blog non sapevo cosa sarebbe diventato. La mia idea era di scrivere un travel blog, ma poi, dopo una lunga pausa, quando ho iniziato davvero a scriverci ho avuto voglia di trattare anche altre tematiche, come quella della vita all’estero. Ho mantenuto una sezione viaggi che aggiorno costantemente, ma, dopo essermi trasferita in Germania, ho scoperto un’interessantissima comunità di expat italiane online, e leggere i loro scritti mi ha aperta a tante nuove tematiche che erano lì, latenti, e aspettavano solo che io le facessi uscire.

Inoltre, My social travel era nato all’inizio come un modo per crearmi un lavoro, una vetrina, il mio spazio online dal qualche possono nascere collaborazioni e conoscenze. E, poco a poco, lo sta diventando. E’ un processo lungo, non si sa mai, ma bisogna sempre sperarci!

Con il passare dei mesi, questo spazio si è trasformato in molto di più: è diventato un ponte tra me e i miei cari che leggono ciò che scrivo da casa. E’ diventato il mio spazio e il mio rifugio quando ho voglia di scrivere. E’ diventato un modo, soprattutto, per venire a contatto con persone interessanti, in particolare tante italiane che vivono in ogni parte del mondo, scrivono articoli bellissimi, si dedicano con passione ai loro blog. Un intero mondo che prima non conoscevo!

Giugno, Juni, Junio, June

Ho pensato di rendere questo blog un pochino più personale condividendo alcuni aspetti della mia vita in Germania, ogni mese, per tenere traccia di cosa succede, dei progressi, dei passi indietro…un appuntamento mensile, che inizio già con ritardo, infatti siamo al 4 luglio!

Giugno è stato un mese speciale, iniziato con l’arrivo dei miei genitori, venuti a trovarmi in macchina, con un regalo tutto italiano: una macchina per il caffè che nemmeno al bar! Assistiti dalla fortuna, abbiamo trovato il sole tutto il tempo, cosa non da poco considerando che ora siamo già a luglio e sembra novembre. Come se i mille e passa chilometri dall’Italia non bastassero, ne abbiamo fatti altri quattrocento, fino quasi ad Amburgo. Era sole anche lì al nord! E cosa più assurda, faceva addirittura caldo. Dopo un week end trascorso fra paesaggi da cartolina e fatica olimpionica per parlare in Deutsch con tutti i componenti della Deutsche Familie, ho preso la palla al balzo per fare una pausa  e godermi i miei cinque giorni di estate italiana, quattro dei quali ha pure piovuto. Ma non importa, la prima parte di Giugno è stata dedicata a vedere famiglia e amici,  tutti in un colpo solo.

Forse per questo, tornata qui, mi sono sentita un po’ sola, complice anche il fatto della partenza di una mia amica spagnola. Ma anche i momenti un po’ così servono a qualcosa! Mi sono impegnata infatti a conoscere altre persone, a parlare di più tedesco con sconosciuti, e in un momento di estrema follia mi sono anche iscritta in palestra per un anno intero!

IMG_9373

IMG_9375

IMG_9444 IMG_9477

I post del mese

Imparare una lingua straniera: la fase della libertà

Com’è veramente avere amici da tutto il mondo: la solitudine dell’expat

Di ritorni e di partenze e di vite divise a metà

 

 

 

 

 

 

Share

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *