expatmonth: le vacanze dell’expat e l’estate tedesca

Share

Ritorna l’expatmonth, che più che un aggiornamento mensile è diventato stagionale. Sono sempre stata affascinata dalle stagioni dell’anno, e non saprei decidermi, se dovessi scegliere. Ovviamente amo il caldo, ma quando ho vissuto a Valencia mi è mancata la ciclicità delle stagioni, il vedere sempre le stesse palme tutto l’anno. D’inverno c’era freddo, ma comunque il 24 dicembre ero andata al mare e si poteva stare in costume. Da quando vivo in Germania invece, non posso lamentarmi per le stagioni: è molto verde, l’autunno è fantastico, ma non ci sono certo le quattro stagioni che abbiamo in veneto!

Infatti i tedeschi non fanno nemmeno il cambio dell’armadio. Non è che l’estate non esista: è che è una stagione come le altre, più che uno stato d’animo. Ci sono giornate calde, magari anche due tre settimane di fila con temperature sopra i 30 gradi, ma poi arriva quella giornata piovosa da 13 gradi. Impossibile quindi rilassarsi: bisogna controllare il meteo ogni mattina, altrimenti ci si potrebbe ritrovare con shorts e sandali in mezzo alla pioggia e al vento gelido, cosa che mi è successa. Le scuole chiudono solo per sei settimane, e le Sommerferien includono quasi sempre un soggiorno in qualche località più calda.

C’è stato un tempo, non molto lontano, quando ero in Erasmus in Spagna, quando i miei compagni universitari nord europei parlavano estasiati del clima, del sole, della spiaggia. Erano su di giri, e sinceramente non capivo tutta questa smania di raggi solari. L’ho capita quest’estate, a luglio, in una settimana piovosa manco fosse novembre, quando è bastato che una mia collega spagnola dicesse: “Ma se andassimo a casa di mia, nonna, a Malaga, un week-end?” e poche decine di minuti dopo, avevamo già comprato i biglietti direttamente con il telefono, senza un minimo tentennamento. Si tratta di smania di vitamina D, o di volere quello che non hai, dato che italiani e spagnoli trascorrono larga parte delle proprie vacanze estive in casa, con le tapparelle mezze abbassate. Ma veniamo all’expatmonth!

Giugno-Juni-June

A giugno vi ho parlato di miei due anni in Germania e della mia esperienza con quella che considero ormai una famiglia internazionale. Ci sono state escursioni al lago, un fine settimana vicino ad Amburgo e alla scoperta di piccoli borghi nella Germania del nord. C’è stato poi un breve viaggio improvvisato in Olanda, a scoprire Maastricht e Valkenburg, e una settimana in Italia, primo vero assaggio estivo.

Luglio- Juli- July

Luglio mese di giornate piovose, di partenze e di addii. Siamo stati in Belgio, a visitare Bruxelles e Gent. Un mese di preparativi, di cambiamenti. Da luglio c’è un nuovo logo, disegnato da una cara amica. A luglio vi ho parlato della Sicilia e della Sardegna, e di Weekendesk

Agosto- August- August

Agosto è iniziato con un viaggio meraviglioso a Cadiz in Andalusia, è continuato con le tante sospirate vacanze italiane, fra caldo e zanzare, passeggiate in montagna e al mare e ferragosto in famiglia. Sono stata qualche giorno in Liguria da un’amica, una regione che non finisce mai di stupirmi con la sua bellezza, e infine sono tornata, pronta a ricominciare.

imparare_italiano

Share

You may also like

2 Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *