Dopo l’inverno inizia sempre la primavera, una primavera minimal!

Dopo l’inverno inizia sempre la primavera, sempre se non vivi in Germania. Diamole tempo comunque, mancano ancora 21 giorni! Anche se siamo solo al primo marzo, ho voglia soltanto di liberarmi dell’inverno e dei suoi maglioni di lana, dei piumini impermeabili, del rosso natalizio. Per il momento però le temperature non lo permettono, e dubito lo permetteranno nelle prossime settimane, e l’unica cose che posso fare è scrivere un post riassuntivo di questo inverno, che considero appunto già concluso!

Continue Reading

RememberNovember: tra passato e futuro c’è di mezzo il presente

amici a distanza

Un viaggio iniziato dieci giorni fa. Era il primo giorno di novembre e stavo facendo colazione con caffè e pane tostato con pomodoro valenciano, insieme alla mia migliore amica di sempre. In Spagna. Sotto un sole benevolo, non troppo caldo, ma piacevole. Dopo poco sono salita su un aereo, sfruttando quel privilegio meraviglioso che abbiamo oggi: spostarci da una parte all’altra d’Europa, in meno di due ore, con i soldi che si spendono per una pizza in pizzeria. E sono scesa in Germania, dove vivo.

Ma veniamo al punto: il punto è che dieci giorni fa ho deciso di partecipare al corso creato da Silvia di Trippando: RememberNovember, un corso per riscoprire le proprie passioni, lavorare su di esse e farle fruttare.

Continue Reading

Un altro mese da expat: Ottobre

Ottobre è stato una parentesi di autunno fra un viaggio di fine settembre in Sicilia e un weekend a Valencia.                  

Ci sono stati tutti i colori dell’autunno in Germania, le passeggiate nei parchi, le foglie gialle, rosse, arancioni, i primi freddi, le zucche e le castagne. I primi maglioni, il riscaldamento acceso. 

Continue Reading

Settembre, September, Septiembre

Settembre è stato un mese spezzato a metà, fra la Sicilia e la Germania, vacanze e lavoro, fra il molle relax in spiaggia e l’energia di un nuovo inizio. Fra l’inizio della nostalgia estiva e l’aspettare l’autunno e i suoi colori.

A Settembre ci sono stati colori, sapori e momenti indimenticabili.

Continue Reading

Agosto, August, August, Agosto

 

L’estate sembrava iniziata e finita a Luglio, ma Agosto, solo verso la fine, ha regalato qualche altra giornata caldissima. Fino a ferragosto però sembrava novembre. Giacca, stivali e ombrello sempre in borsa, pronto all’occorrenza. E poi all’improvviso 35 gradi e in treno a sudare senza aria condizionata. Poi di nuovo fresco, infine di nuovo caldo.

Questa è la Germania. Vivo in un appartamento senza balcone, e alla mattina quando mi sveglio devo guardare il meteo, con temperature che variano vertiginosamente di ora in ora, sporgermi fuori dalla finestra con tutto il braccio  e se riesco la spalla, e tentare di capire se fa freddo o no. Infine scegliere come vestirmi per andare al lavoro. Quando arrivo in shorts e sandali, di solito vedo gente con giacca impermeabile e stivali con il pelo. Altre volte esco con i il cardigan, la giacca in pelle, la sciarpa ben bardata, e tutti indossano vestitini estivi. Non si capisce niente, non posso fare il cambio stagionale dei vestiti nell’armadio, non so mai quando devo  depilarmi le gambe o mettermi lo smalto sui piedi. E questa è la prima estate che invece di abbronzarmi sono diventata ancora più pallida. Ma tanto, ormai.

Continue Reading

Luglio, Juli, Julio, July

Luglio è volato in un soffio. Devo controllare l’agenda per ricordarmi quello che ho fatto, sperare di averci annotato qualcosa. Aiutarmi con il le foto nel telefono. Un mese fatto di piccole cose, grandi idee, tanto ottimismo per il futuro.

Continue Reading

Giugno-Juni-Junio-June

 

Quando ho aperto questo blog non sapevo cosa sarebbe diventato. La mia idea era di scrivere un travel blog, ma poi, dopo una lunga pausa, quando ho iniziato davvero a scriverci ho avuto voglia di trattare anche altre tematiche, come quella della vita all’estero. Ho mantenuto una sezione viaggi che aggiorno costantemente, ma, dopo essermi trasferita in Germania, ho scoperto un’interessantissima comunità di expat italiane online, e leggere i loro scritti mi ha aperta a tante nuove tematiche che erano lì, latenti, e aspettavano solo che io le facessi uscire.

Inoltre, My social travel era nato all’inizio come un modo per crearmi un lavoro, una vetrina, il mio spazio online dal qualche possono nascere collaborazioni e conoscenze. E, poco a poco, lo sta diventando. E’ un processo lungo, non si sa mai, ma bisogna sempre sperarci!

Con il passare dei mesi, questo spazio si è trasformato in molto di più: è diventato un ponte tra me e i miei cari che leggono ciò che scrivo da casa. E’ diventato il mio spazio e il mio rifugio quando ho voglia di scrivere. E’ diventato un modo, soprattutto, per venire a contatto con persone interessanti, in particolare tante italiane che vivono in ogni parte del mondo, scrivono articoli bellissimi, si dedicano con passione ai loro blog. Un intero mondo che prima non conoscevo!

Continue Reading