10 abitudini che potresti conoscere se vivi in Germania

abitudini in germania
Share

“Paese che vai, usanze che trovi”, non c’è un luogo comune più scontato di questo, però quando vivi in un paese abbastanza a lungo, cominci ad accorgerti di tutta una serie di piccole e grandi abitudini che sono molto diverse dall’Italia.

In questo caso stiamo parlando della Germania e delle usanze e abitudini dei suoi abitanti. Ad alcune  ci si abitua, ad altre no, a volte ci si comporta “proprio da tedeschi” ed altre volte “si fa all’italiana”. In ogni caso, ecco una lista di varie abitudini curiose del popolo tedesco! Volevo fare questa lista già da un po’ perchè ogni tanto notavo qualcosa, e ieri ho visto una bellissima illustrazione su Expat Gone Foreign e certe abitudini sembrano proprio essere le stesse in tutta la Germania.

Attenzione: l’articolo vuole essere ironico 🙂

1.Guai ad attraversare con il rosso!

Sto parlando dell‘omino rosso, o Ampelmann, quando si cammina. Non importa se stai perdendo il treno e la strada è deserta da dieci minuti, bisogna aspettare che Ampelmann diventi verde. Attraversare con il rosso è un vero e proprio atto di ribellione capace di far scuotere la testa dei pedoni più anziani. Per dimostrarvi che non sto esagerando ho anche un esempio reale: ho preso una multa! Era il mio primo mese tedesco, e dopo un’attenta analisi della situazione del traffico ho, a cuor leggero, attraversato la strada. Bene. Pochi secondi dopo un poliziotto in bicicletta mi si accosta e mi dice qualcosa di incomprensibile in tedesco. Io, non convinta che fosse davvero un poliziotto in bicicletta ma piuttosto un ciarlatano o un malintenzionato, continuo per la mia strada. Il poliziotto mi segue, mi fa anche vedere il tesserino. Non mi resta altro che arrendermi all’evidenza e pagare i miei 5€ di multa (pagabili solo con bancomat). 

2. L’importanza del cognome

Non solo quasi tutti rispondono al telefono dicendo solo il proprio cognome, invece che un bel “Pronto?”, ma in molte aziende e luoghi di lavoro un po’ ingessati i dipendenti si rivolgono fra di loro chiamandosi per cognome. Mentre in Italia nessuno mai mi aveva chiamata Signora Cognome, appena atterrata qui mi sono sentita chiamare Frau Cognome da tutti. All’inizio è stato un duro colpo, ma ho poi realizzato che lo fanno con chiunque abbia compiuto i 18 anni. Insomma chiamarsi per cognome è una delle più consolidate abitudini in Germania.

3. Il cognome può anche cambiare

Parlando sempre di cognomi, qui quando ci si sposa (come in quasi tutto il mondo) si cambia il cognome! Tradizionalmente è la donna che prende quello del marito, ma succede anche che sia il marito a cambiarlo o che si prenda il doppio cognome. Importante è solo che il figlio, se c’è un figlio, abbia alla fine lo stesso cognome della mamma, che forse ha quello del marito. Insomma, a loro sembra strano che noi in Italia rimaniamo con il nostro cognome e che i figli abbiano il nome del papà e non quello della mamma.

4.Quanto amore per gli abbonamenti!

Che idea balzana andare in palestra e pagare solo il primo mese! Ho girato varie palestre e non mi sono ancora iscritta a nessuna. Motivo? Lì vuoi pagare quei 19.99€ al mese? Ti devi iscrivere per due anni! Non si paga tutto subito, ma per annullare l’iscrizione devono esserci motivi molto validi, quali l’impossibilità di praticare sport o il trasferimento (dimostrato) in una città dove non sia presente alcuna filiale. Stessa cosa vale praticamente per tutto, addirittura l’abbonamento del treno. Per non parlare delle nostre amate schede telefoniche ricaricabili. Tutti hanno un piano di abbonamento che si rinnova automaticamente con il bancomat, ma io no, io mi faccio ancora la ricarica ogni mese…

5. Assicurazione mon amour

Anzi, sarebbe meglio parlare al plurale: assicurazioni. I tedeschi le amano e assicurano tutto ma proprio tutto. Dal mio arrivo in Germania, il mio ragazzo ha assicurato anche me, i mobili, in breve tutto.

6. I ritardi in treno

Ok, devo ammettere che ho assistito a qualche ritardo dei treni anche qui. Ma in generale i treni sono puntuali e quando sono in ritardo di uno o due minuti vedi già le persone agitarsi. Inoltre non è raro sentire la voce all’altoparlante annunciare con grande serietà che: “Il treno regionale in direzione Berlino ha un ritardo di 4 minuti, ripeto, il treno regionale…”.

7. In cassa al supermercato

In Italia quando sei alla cassa e devi pagare, hai tempo a volontà per inserire il tutto nelle borse della spesa. Cosa sbagliatissima negli standard tedeschi. I cassieri passano allo scanner i prodotti alla velocità della luce il cliente deve lanciare nuovamente tutto nel carrello, specialmente se da solo. Dopo aver pagato, davanti alla cassa ci sono dei tavoli dove si può comodamente impacchettare la spesa nelle proprie borse.

8. La domenica Brunch

Cappuccino e brioche? La domenica è d’obbligo un vero e proprio brunch, dove non possono mancare le uova e il pane integrale, possibilmente imburrato. Si beve anche caffè, anche se spesso è il caffè lungo americano. Anche nei bar c’è un concetto diverso di caffè, e per berne uno all’italiana bisogna chiedere “ein Espresso”

abitudini in germania

9. L’aperitivo non esiste

L’idea di recarsi in un bar verso le sei e bere uno spritz e mangiare qualcosa ad un buffet non è molto in voga. In compenso, c’è la birra!

birra_abitudiniingermania

10. Ci si abbraccia quando ci si saluta

E infine, anche l’usanza di dare i due baci non è comune, in compenso i tedeschi si abbracciano! Alla  fine non sono poi così freddi, dai  😉

 

Share

You may also like

2 Comments

  1. Ciao, sono qui da un mese e condivido tutto quello che hai scritto.
    Ma giusto per curiosita… che scheda telefonica hai che riesci a ricaricarla quando vuoi? Io ho Tschibo e mi scala i soldi mensilmente, ma questa cosa mi manda fuori di testa, mi ci trovo malissimo, vorrei riuscire a cambiare, ma mi dicono tutti che si deve fare cosi.

    Ilaria

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *