7 modi per trovare lavoro in Germania

trovare_lavoro_germania
Share

Fra poco saranno quasi due anni che vivo in Germania e in questo tempo ho avuto modo di farmi un’idea sul mercato del lavoro teutonico 🙂 Anche se la Germania ha uno dei più bassi indici di disoccupazione in Europa, non è sempre facile trovare lavoro, soprattutto se non si sa come fare. Ecco alcune cose da tenere in considerazione prima di trasferirsi, spero vi siano utili! 🙂

Il tedesco non è difficile, di più!

Il primo punto è la lingua. A meno che non siate dei geni, o non l’abbiate già studiato cinque anni alle superiori, meglio ancora all’università, non aspettatevi di parlare il tedesco bene in poco tempo! Questa lingua è davvero complicata, ma non impossibile! Ci sono tanti modi di impararla, io lo sto ancora facendo e spero di migliorare molto. Una cosa che consiglio sono i corsi di lingua intensivi, anche se dopo sei mesi a cinque ore di tedesco al giorno, ci vuole anche qualche mese di pausa! Uno strumento che trovo utilissimo e che utilizzo sempre è Babbel,un’applicazione per imparare la lingua e esercitarla, sia sul cellulare che sul computer. Se vi interessa, potete iscrivervi a questo link. Per imparare il tedesco in modo divertente, ho scritto anche un post su come imparare il tedesco con i social media.

Vivere in Germania e parlare solo l’inglese? Anche no

Ok. All’inizio ho pensato di dare il cento per cento nell’inglese. Se imparare il tedesco è un processo troppo lungo, nel breve periodo meglio sforzarsi con l’inglese, ho pensato. Se l’inglese è importantissimo, tuttavia vivere in Germania a lungo senza sapere il tedesco non è facile e presenta molti lati negativi: problemi nella vita di tutti i giorni, difficoltà a trovare lavoro e poca comunicazione e vita sociale. Questo discorso è tutto relativo: dipende se si vive a Berlino o nel paesino sperduto, che lavoro si fa e mille altre varianti, ma in generale vi direi che no, secondo me è meglio sforzarsi comunque di imparare il tedesco!

lavoro_germania

L’università

L’istruzione è un altro discorso a parte. Non c’è la tendenza al “studiare solo per studiare”o di iniziare un corso di laurea senza avere bene le idee chiare, semplicemente perchè l’università è organizzata in modo diverso. Finita la scuola si può frequentare un “Ausbildung”, formazione professionale di due anni, durante la quale si lavora pagati un minimo e si frequentano anche delle lezioni teoriche. Terminato questo periodo, se si decide di proseguire in quella determinata professione, si può studiare all’università. La differenza principale tra le università tedesche e quelle italiane, è che non si possono ripetere gli esami se il voto è ritenuto troppo basso, in sostanza non si può andare fuori corso per un lungo periodo di tempo.

Non è facile trovare un lavoro senza parlare la lingua

A differenza di paesi come la Danimarca, dove tutti parlano inglese, in Germania non è proprio così. Per trovare un buon lavoro il tedesco è necessario, tranne alcuni lavori altamente specializzati o posizioni in aziende straniere.

Non è facile trovare lavoro senza la Bewerbungsmappe

L’errore più comune è quello di inviare il curriculum secondo il modello italiano o europeo, senza lettera di presentazione e senza foto professionale. In Germania la candidatura si compone di varie parti, dai dati personali con foto, alla lettera di presentazione, fino al cv vero e proprio corredato da referenze, certificati e attestati.

Linkedin? Meglio Xing!

In molti non sanno che è più facile trovare lavoro in Germania tramite Xing, invece che con Linkedin. Entrambi sono dei social network per cercare lavoro, ma il secondo è tedesco.

Privacy, sì grazie!

Probabilmente noterete che molti dei vostri conoscenti tedeschi non hanno il loro vero nome su Facebook e gli altri social media. Credo lo facciano sia per questione di privacy, che per far sì che possibili datori di lavoro non trovino quella foto del 2010, dove stavano bevendo un cuba libre a quel party…

E infine…non buttarsi giù di morale!

L’importante è capire qual è il lavoro che vorremmo fare, e cercare di raggiungere il nostro obiettivo, anche se non sempre è facile o immediato per tutti! Mantenere la positività durante la ricerca e accumulare più esperienze possibili è il modo migliore per affrontare questo momento, ricordando sempre che quando ci si trasferisce all’estero, a volte bisogna accettare di ricominciare da zero, finché non si impara bene la lingua.

Vi è piaciuto questo post? Potrebbe interessarvi anche: imparare il tedesco, e trasferirsi in Germania, le informazioni da sapere.

 

 

Share

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *