10 cose da fare in Sardegna

 

La Sardegna è una regione bellissima, un mondo a parte dove mi sono sentita in sintonia con la natura. Il campeggio, il bungalow, la spiaggia, tutto mi fa respirare libertà in Sardegna. Le numerose spiagge libere, le spiagge nascoste, dove c’è poca gente, l’acqua blu. A pensarci mi viene davvero la nostalgia. Nostalgia della sabbia, del sale, della brezza. Delle serate estive, della sabbia incastrata nei sandali. Di infilarsi un vestitino e via, uscire con i capelli bagnati per mangiare qualcosa. Di vedere il sole immergersi nell’acqua al tramonto. Del rumore delle onde…la Sardegna è un’isola davvero magica!

Tour della Sardegna in macchina e campeggio

Visitare la Sardegna in questo modo è una delle scelte migliori se si vuole viaggiare in libertà e e vedere quanti più posti possibili. Ha i suoi pro e i suoi contro: di certo è un viaggio avventuroso e rilassato, spostandosi quando si vuole senza orari o prenotazioni. D’altra parte, se non si è grandi amanti del campeggio può rivelarsi complicato trasportare tenda e attrezzature varie, e soprattutto scendere in nave con la propria auto. Un’alternativa più soft ad un tour intero della Sardegna può essere quella di rimanere nello stesso campeggio, in tenda o bungalow e da li noleggiare una macchina e visitare le spiagge vicine.

Noleggiare un gommone

Noleggiare un gommone in Sardegna è un’esperienza che vale assolutamente la pena fare! Una giornata solo per voi in mezzo al mare, visitando isole con spiagge magnifiche e calette isolate. Per noleggiare un gommone non serve la patente nautica ed è facile guidarlo. Si possono noleggiare gommoni da varie località, ad esempio Palau, per visitare l’arcipelago della Maddalena, o da Cala Gonone nel Golfo di Orosei.

Sardegna coast to coast

In Sardegna ci sono delle strade sulla costa con panorami mozzafiato sul mare. Una delle cose più belle da fare è noleggiare una macchina o una moto e percorrere la costa, fermandosi nelle località più belle, ad esempio Bosa.

Bere la birra Ichnusa

La birra Ichnusa è un vero e proprio simbolo della Sardegna. Se in un bar ordini una birra piccola spesso ti danno proprio questa.

Ichnusa: in greco antico impronta, una parola nella quale storia e leggenda si fondono per dar vita a una magia: la Sardegna. Fu proprio Ichnusa la prima parola con cui venne chiamata quest’isola, una parola che si perde nel tempo, quando antiche divinità, dopo aver creato il mondo, gettarono l’ultima manciata di sassi in mare per poi calpestarla, lasciando così la loro “impronta” divina. La roccia brulla venne ricoperta da una vegetazione bellissima e popolata da animali unici, e fu così che questo luogo divino si trasformò in un paradiso terrestre.
Una magia che rivive ancora oggi in ogni angolo e in ogni simbolo della Sardegna, dai nuraghi ai quattro mori, dalla natura meravigliosa ai cuori di tutti i suoi abitanti, fino all’unica birra che ne incarna lo spirito: birra Ichnusa.

Vedere Alghero

Alghero è conosciuta anche come Barceloneta, la piccola Barcelona. Questa città ha infatti conservato l’uso della lingua catalana, con variante algherese, riconosciuta come lingua minoritaria. Ad Alghero i nomi delle vie sono in catalano e molte cose ricordano la Catalunya, come il trenino català. Alghero è rinomata anche per i negozietti tipici di corallo.

Andare a Cala Gonone e Cala Luna

Cala Gonone è un comune sul Golfo di Orosei da dove è possibile visitare le Grotte del Bue Marino o visitare le cale del golfo affittando un gommone, prendendo un traghetto o comprando il biglietto per una mini crociera.

Sardegna Cala Luna Cala Luna Sardegna

 

Vedere la spiaggia di Is Aruttas

Questa spiaggia è assolutamente da vedere. Non c’è sabbia ma tantissimi minuscoli sassolini di quarzo bianchi. Un vero paradiso.

Sabbia Is Aruttas

Fare snorkeling o sub

Per fare attività di sub ci vuole sempre un corso, ma è possibile unirsi alle gite in barca dei sub ad un prezzo scontatissimo (non c’è bisogno dell’attrezzatura) per essere traghettati ad insenature mozzafiato e fare snorkeling.

Andare al Sardinia Reggae Festival

Se si ha molto tempo, e si è amanti di festival alternativi, questo festival merita una visita. Normalmente si svolge nell’entroterra e arrivarci senza gps potrebbe essere molto difficile.

Visitare Tharros e San Giovanni di Sinis

Tharros è un sito archeologico in provincia di Oristano, nella propaggine sud della Penisola del Sinis. Oltre a visitare i resti del villaggio nuragico, è bellissimo vedere la spiaggia, affacciata su due mari, uno ventoso e uno totalmente calmo.

You may also like

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *